Seguici su:
lunedì 23 ottobre 2017

Il primo portale scientifico per sapere tutto sul Ringiovanimento della tua persona

       Registrati alla Newsletter, inserisci la tua e-mail:
       Ricerca libera:    
Articolo a cura di:
Dr. Sergio Venza
Campania e sud Italia Dr. Sergio Venza ASPIRE LIPOSUZIONE LASER

Vedi gli articoli collegati

Aspire Liposuzione Laser

Slim Lipo Alternativa Per Modellarsi Il Corpo

È la  nuova frontiera della chirurgia estetica, si chiama Slim Lipo ed è un metodo alternativo alla liposuzione tradizionale.

“La classica liposcultura – spiega Sergio Venza, chirurgo plastico partenopeo -  che si svolge in anestesia locale o generale (secondo l’estensione della zona da trattare) va ad aspirare il grasso sottocutaneo introducendo cannule di pochi millimetri di diametro sotto pelle ed è da considerarsi un intervento alquanto invasivo soprattutto per i “traumi” post operatori (ematomi, dolori, ecc)”.

A dispetto di questo metodologia, pur essendo efficacissima, si pone Slim Lipo. “Si tratta – continua Venza esperto nell’ambito di questa tecnica – dell’eliminazione degli accumuli di grasso localizzato tramite la fusione lipidica, eseguita in modo minimamente invasivo, anch’essa con assistenza anestesiologica, utilizzando un laser di ultima generazione a due lunghezze d’onda che non danneggia le strutture intorno al grasso poiché non lo “strappa” come nella liposuzione tradizionale”.

Il laser Slim Lipo per Body-Sculpting, infatti, scioglie rapidamente ed efficacemente il grasso indesiderato con un minimo procedimento. Le lunghezze d’onda ottimali super selettive e il design studiato della punta offrono  retrazione della pelle e un rapido scioglimento lipidico con maggiore comfort per il paziente e tempi di ricovero brevissimi.

Numerosi sono i vantaggi. La fusione del grasso è delicata, a temperatura controllata, pertanto il trauma rispetto alle tecniche  precedenti è realmente minimo. Le incisioni d’ingresso alla sottile fibre laser sono, di conseguenza decisamente inferiori a quelle della lipo tradizionale. Il grasso viene drenato all’esterno sempre e mai lasciato in loco; ciò avviene dolcemente perché, dalle zone trattate, si estrae un fluido non un grasso compatto e aderito alle strutture circostanti. Il laser che si usa nella lipofusione, inoltre, opera un coagulo, quindi cicatrizza i vasi sanguigni e riduce il sanguinamento. Al contrario dopo l’intervento, nella liposuzione classica, è facile che si formino degli ematomi dovuti alla rottura dei capillari, delle venule e delle arteriole, oltre che dei vasi linfatici che vengono anche loro aspirati durante l’operazione. Il calore del raggio laser, poi, nella lipofusione, rassoda la pelle che non rimane flaccida.

Il momento post-operatorio è sicuramente più breve ed il ritorno del paziente alle attività normali è rapido poiché i fenomeni infiammatori sono ridotti, il dolore nei giorni successivi al laser è scarso e le guaine contenitive si tengono la metà del tempo tradizionale.

I costi? Di certo non sono un lusso eccessivo. Per la lipofusione si parte dai 2.500 € che variano secondo l’estensione della zona da trattare.

Sponsor by
 
RingiovanimentoGlobale.it
Il primo portale scientifico per sapere tutto sul Ringiovanimento della tua persona

Registro delle Imprese di Milano N° REA: MI-1589694
Per contattarci info@ringiovanimentoglobale.it

©2012 tutti i diritti riservati - Sito creato da Mavilab

Privacy Policy