Seguici su:
sabato 21 ottobre 2017

Il primo portale scientifico per sapere tutto sul Ringiovanimento della tua persona

       Registrati alla Newsletter, inserisci la tua e-mail:
       Ricerca libera:    

Trattamento Thermage

Il Thermage è un Lifting

E' una tecnica usata in chirurgia estetica basata sull'emissione di energia elettromagnetica che esercita la sua azione sul collagene, il principale sostegno della pelle.

Ne abbiamo parlato con il professor Michele Masellis e con la moglie, la dottoressa Maria Maddalena Ferrara.
 
Donne e uomini di mezza età, gente dello spettacolo e, da poco, anche i giovani si sottopongono ad operazioni di chirurgia estetica per dare al volto o al corpo un aspetto più fresco.
Gli interventi più richiesti sono la biefaroplastica, per eliminare la pelle in eccesso delle palpebre superiori e le borse sotiopalpebrali; il lifting del volto, che permette di stirare le rughe profonde causate dal rilasciamento della cute; la mastoplastica additi- va, che con l’inserimento di protesi consente un aumento di volume e consistenza del seno; l’addominoplastica, per ridurre un addome adiposo e pendulo o con antiestetico rilasciamento cutaneo; la liposuzione, per eliminare le adiposità localizzate come la pancetta o per rimodellare fianchi e cosce, Non ultimo. il trapianto dei capelli. Ma quali sono oggi le novità in chirurgia esiclica? Ne abbiamo parlato con il professor Mìchele Masellis. che con la rnoglie la dottoressa Maria Maddalena F’errara, gestiscono il centro specialistico di chirurgia plastica, neo— struttiva ed estetica “Progresso Medico”, in collaborazione con i dottori Primo Vanadia, Salvatore Vanadia, Michele Ballo e Rossella Sciuto.

Dottoressa Ferrara, quali sono le novità in chirurgia estetica per ridurre gli effetti del tempo?
«La tecnica più innovativa è il Thermage. Utilizzata negli Usa nel 2000, è approdata in Italia nell’ultimo triennio. È basata sull’emissione cli energia elettromagnetica che esercita la sua azione prevalentemente a livello del collagene, considerato il principale elemento di sostegno della cute, che si riduce con il passare degli anni. In particolare, l’energia elettromagnetica emessa, nell ‘attraversamento dei tessuti del sottocute, si trasforma in energia termica, Il calore sprigionato determina una denaturazione e contrazione delle fibre stesse e la stimolazione di nuovo collagene. La tecnica si titil izza principalmente in caso cli lassità cutanea del viso, del collo, della faccia interna delle braccia, dell’addome, delle cosce. delle gambe e dei glutei. Il paziente ideale ha tra i 30 ed i 65 anni. Si tratta di un intervento non invasivo, che richiede solo una leggera sedazione praticata da un anestesista. I risultati SOflO evidenti dalla quarta settimana, ma raggiungono il top al sesto mese».

Professor Masellis, la chirurgia estetica praticata in età matura comporta rischi maggiori?
«Non credo che oggi la cura della pmpria persona possa essere considerata un fatto di vanità, dice Masellis. I media continuamente ci presentano immagini di persone anche ultracinquantenni con aspetto giovanile, ed è la nonna incontrare donne ed uomini ben curati con aspetto piacevole. Lo stato di salute di ciascuno dipende molto dallo stile di vita che si è condotto, per cui si può non essere più giovani ma essere in buone condizioni tisiche. In tali casi nulla impedisce di affrontare un intervento chirurgico, specie se non invasivo».
 
Professore, perché molti pazienti ancora preferiscono andare fuori dalla Sicilia per sottoporsi ad interventi di chirurgia?
«Uno dei fattori che incide sulla decisione di andare ad operarsi fuori credo che sia la difesa della privacy. Il non voler far sapere che si è ammalati e che si ha bisogno di essere operati ha un peso notevole nella decisione. Nel caso di chirurgia plastica, invece, un peso notevole lo ha il pettegolezzo».
Dott.ssa Ferrara ma quali sono le novità di maggior rilievo in chirurgia estetica per ridurre gli inesorabili effetti del tempo che passa?
Presso il Centro, seguendo la filosofia di una chirurgia sempre meno
invasiva, si interviene con tecniche moderne che comportano un minimo  trauma per il paziente, ridotti tempi di recupero ed una rapida ripresa dell’attività quotidiana.
Il LASER al Co2, per esempio, che consente l’asportazione degli strati  superficiali della cute e la stimolazione delle fibre collagene sottostanti è
utilizzato per il ringiovanimento del volto (resurfacing), per gli esiti cicatriziali
da acne, per la asportazione di neoformazioni benigne come il rinofima, le varie forme di cheratosi, gli xantelasmi, i fibromi e le verruche, senza alcun reliquato cicatriziale.
Il laser a luce pulsata, a lùnghezza d’onda variabile, è utilizzato per la ristrutturazione della cute del volto, l’eliminazione di angiomi piani anche estesi (le cosiddette voglie di vino), la rimozione di macchie congenite ed acquisite (le macchie senili), di tatuaggi, di teleangectasie e della Couperose.
Con il laser ai diodi si ottiene in maniera quasi definitiva la scomparsa di peli in ogni parte del corpo.
L’ACIDO JALURONICO (filler), introdotto con micro-iniezioni immediatamente al disotto della cute, permette l’attenuazione temporanea (6- 8 mesi) delle rughe superficiali del volto ed il riempimento di avvallamenti di modesta entità.
La TOSSINA BOTULINICA, in quantità assolutamente innocue, introdotta mediante micro-infiltrazioni in particolari aree del volto, sedi di rughe  di espressione, può farle scomparire per 6-8 mesi.
Il LIPOFILLING é una tecnica che rende possibile il riempimento definitivo delle rughe profonde ed il modellamento degli zigomi, delle irregolarità e degli avvallamentì importanti del viso, mediante infittrazioni del proprio grasso, prelevato da determinate sedi ed opportunamente trattato.
L’ENDERMOLOGIA, è un particolare massaggio meccanico, che facilita il rassodamento cutaneo nei casi di ritenzione idrìca sia post chirurgica che da stasi linfatica e nella cellulite. 
Il THERMAGE è in assoluto la tecnica più innovativa. Utilizzata negli USA dagli inizi del 2000, é approdata in Italia nell’ultimo triennio. Nel Centro viene impiegato dal 2005. Utilizza la radiofrequenza che esercita la sua azione prevalentemente a livello del collagene prcifondo, il principale elemento di sostegno della cute, che si riduce con il passare degli anni. La radiofreqiienza, mentre attraversa i tessuti, nel sottocute si trasforma in energia termica - il calore provoca la denaturazione e la contrazione delle fibre collagene esistenti e la stimolazione di nuove.
Viene utilizzato principalmente nei casi di “lassità cutanea” del viso, del collo, della faccia interna delle braccia, dell’addome, delle cosce, delle gambe e dei glutei. Candidato ideale al Thermage è il soggetto di età variabile tra i 30 ed i 65 anni, che desidera migliorare il tono dei suoi tessuti e che non vuole affrontare un intervento chirurgico di lifthing. Tecnica assolutamente non nvasiva richiede solo una leggera sedazione. praticata da un anestesista ed una breve sosta nel Centro con un ritorno immediato alla vita sociale. Il numero di trattamenti spesso è unico. Un primo minimo cambiamento si può apprezzare già alla fine della seduta, ma poiché la contrazione del collagene e la produzione di nuovo avviene progressivamente, il miglioramento comincia ad essere evidente dalla quarta settimana per raggiungere il top al sesto mese. Come per qualsiasi trattamento medico o chirurgico, i risultati possono variare da ottimi ad insoddisfacenti in base alla risposta soggettiva. Pur essendo gli effetti prevalentemente positivi, per quanto detto, non è possibile prevedere il grado individuale di successo. Il Thermage può trovare indicazioni terapeutiche anche nei casi di acne in fase acuta.

Dott.ssa Ferrara: Ma fare interventi di chirurgia estetica dopo una certa età non comporta rischi maggiori? E vale la pena intervenire quando i segni del tempo sono ormai molto evidenti?
Non credo che, oggi, la cura della propria persona possa essere considerata solo un fatto di vanità, I media continuamente ci presentano immagini di persone anche ultracinquantenni con aspetto giovanile, ben curate e piacevoli.
Lo stato di salute di ciascuno dipende molto dallo stile di vita che si è condotto, per cui si può non essere più giovani ma essere in buone condizioni fisiche.
In tali casi nulla impedisce dì affrontare un intervento chirurgico, specie del tipo non eccessivamente invasivo, per godere dì una migliore immagine, non solo per sé stessi ma anche per chi ci è vicino.

Sponsor by
 
RingiovanimentoGlobale.it
Il primo portale scientifico per sapere tutto sul Ringiovanimento della tua persona

Registro delle Imprese di Milano N° REA: MI-1589694
Per contattarci info@ringiovanimentoglobale.it

©2012 tutti i diritti riservati - Sito creato da Mavilab

Privacy Policy